Dopo l’edizione speciale del Salone del Mobile 2021, ecco un nuovo segnale di ripresa e un appuntamento da non perdere: Cersaie, la manifestazione più importante per la ceramica, l’arredobagno, l’architettura ed il design, giunta alla 38ª edizione, torna in presenza alla Fiera di Bologna dal 27 settembre al 1° ottobre prossimi.

Il claim quest’anno si preannuncia forte e deciso a spazzare via il vuoto creato dalla sospensione obbligata dalla pandemia dello scorso anno. Open to Evolution annuncia infatti il Cersaie, che per l’occasione si presenta con un nuovo logo, il consueto cubo esploso però in una nuvola di pixel, a simboleggiare la voglia di rivincita e la spinta propulsiva della fiera.

I dati sono promettenti: la fiera ha raggiunto “l’over booking” con tutti i 15 padiglioni del Quartiere Fieristico di BolognaFiere integralmente occupati da oltre 623 espositori e da migliaia di prodotti in anteprima. Ma non solo. Il palinsesto anche in questa edizione è ricchissimo e prevede ancora una volta la partecipazione di ospiti eccezionali e unici, come il Pritzker Prize Shigeru Ban che terrà una Lectio Magistralis venerdì 1 ottobre 2021, oltre a tanti eventi culturali e appuntamenti dedicati alla formazione e alla progettazione.

Basti pensare al nuovo Contract Hall, uno spazio di 10.000 metri quadrati all’interno de padiglione 18, concepito per il mondo del progetto. Qui andrà in scena il meglio della produzione per il settore B2B con cucine, domotica, illuminotecnica, finiture indoor e outdoor, tecnologie votate al wellness. E qui si svolgeranno le premiazioni ADI: l’ADI Ceramics and Bathroom Design Award, assegnato ai prodotti italiani più innovativi dei comparti della ceramica e dell’arredobagno e l’ADI Booth Design Award, destinato agli stand fieristici che meglio promuovono il prodotto ed il marchio. A fare da cornice, due mostre dedicate ai concorsi di architettura dell’industria ceramica italiana e Cersaie La Ceramica e il Progetto e al Ceramics of Italy Tile Competition.

Leggi tutto l’articolo